Trofeo Beppi Normanni


DSC_3390Se la storia della Scalata dello Zucco è piuttosto conosciuta, un po’ meno lo è quella del trofeo Beppi Normanni. Eppure la prima edizione di questa corsa podistica è datata 1979, e continua tuttora richiamando diverse squadre di atletica da tutta la provincia e anche dalla regione, con un numero elevato di giovani partecipanti.

Anche il trofeo Normanni è nato per ricordare un amico, proprio quel Beppi che ebbe un fondamentale ruolo nella crescita e nell’educazione dei giovani attraverso lo sport, grazie al suo spirito veramente decoubertiano e alla sua indomita passione. Per questa manifestazione diedero la loro disponibilità, non solo il Gesp e l’Unione Sportiva, ma anche lo Sci Club, l’Azienda Autonoma, il Gruppo Alpini, gli Operatori Turistici, l’Amministrazione Comunale.

Anche questa manifestazione ha subito varie mutazioni rivolte sia al tracciato che ai partecipanti. Fino al 2000 la gara si sviluppò su di un circuito ad anello che attraversava le vie principali del paese, sia sulla sponda destra che su quella sinistra del fiume. Nei primi 10 anni le categorie ammesse a questa manifestazione sportiva, erano quelle dei seniores e degli juniores maschili, mentre dal 1988 viene riservata solo al settore giovanile e comunque sempre su strada.

Dal 2000 invece si è deciso di spostare la gara nei pressi della baita degli alpini, trasformandola in corsa in montagna, con un percorso molto più impegnativo.

Dal 2016, a causa dello scioglimento della Sezione di Atletica locale, inizia la collaborazione con un’altra società molto attiva sul territorio vallere: l’Atletica Valle Brembana.